Adotta un ulivo

Puoi adottare un ulivo secolare a nome tuo o a nome di una persona cara e dargli un nome a tua scelta......leggi

Gli ulivi secolari

Gli ulivi secolari sono un ponte tra passato e futuro. Portano nelle loro forme il segno del tempo......leggi

Il progetto

Il progetto "I nostri ulivi cercano amici -Adotta un ulivo secolare-" nasce per favorire un legame di amicizia......leggi

Garanzia per il futuro
Una pianta millenaria, ancora produttiva, che ha attraversato tanti cambiamenti climatici, non è forse una sorta di assicurazione per il futuro?......leggi

 

La mappa della tenuta


Masseria Il Frantoio, Azienda agricola e agrituristica, sorge ad Ostuni, in Puglia, nel cuore del “Parco degli ulivi secolari”.

 

La zona che abbraccia i comuni di Monopoli, Fasano, Ostuni, Carovigno e San Vito dei Normanni è infatti la fascia in cui si concentrano il maggior numero di queste specie (circa 10.000) che hanno un’età compresa tra i 500 e i 1000 anni.

Gli alberi di Ogliarola sono i nostri famosi ulivi secolari. Alcuni esemplari, i più grandi e antichi, veri e propri patriarchi, misero radici già nel '500, ai tempi di Cristoforo Colombo e della scoperta dell'America mentre, in queste campagne, si iniziavano a costruire masserie fortificate, protette da alte mura, per difendersi dagli attacchi dei pirati saraceni che sbarcavano di notte sulle coste vicine. Questi alberi stupendi che in questa foto da satellite puoi osservare dall'alto, sono veri e propri "veterani" e ad essi deve andare tutto il nostro rispetto.

La linea blu segna i confini della tenuta di Masseria Il Frantoio. Puoi distinguire i terreni lasciati a pascolo, i vecchi impianti dei secolari e i nuovi impianti degli ulivi più giovani, i sentieri, i muretti a secco. Puoi, ingrandendo la mappa, arrivare a distinguere i singoli alberi.

E' dai frutti di questi grandi patriarchi, da secoli padroni del nostro territorio, che noi ricaviamo il nostro olio, quello che, dopo aver adottato il tuo olivo, riceverai direttamente a casa. Sono nodosi e contorti, l'uno diverso dall'altro. Ognuno ha la sua storia, c'è quello piegato dal vento, un altro mutilato dal fulmine, i nodi di uno paiono un viso sorridente, in un altro rivelano un'espressione accigliata.

In un mondo che insegue l'uniformità qui, grazie agli ulivi, si resiste nella diversità.